L'evento Sport Le Gare Territorio Programma Press area Prenota hotel

Slider1
2013 2014 2015 2016 2017 2018

Grande spettacolo per le gare dell’H.H. Sheikh Mansoor Bin Zayed Al Nahyan Cup!

28/07/2014 - evento sportivo

È stata una domenica contraddistinta da un caldo sole estivo e da uno spettacolo sportivo che rimarrà nei ricordi di molti. La gare CEIO e CEI organizzate in collaborazione con il Global Arabian Flat Racing Festival e valide per l’H.H. Sheikh Mansoor Bin Zayed Al Nahyan Cup hanno riservato emozioni, gioie e qualche piccola sorpresa.
 
CEI2*: ARRIVO SPETTACOLARE IN VOLATA
Innanzitutto, come dicevamo, dopo un sabato di intensa pioggia, nella giornata di domenica si è visto finalmente il sole. Prima che sorgesse, alle ore 5.30, è partita la CEI2* che contava 40 binomi iscritti di cui 17 sono riusciti a completare il percorso di 126 km complessivi.
 
Questa gara è stata a dir poco dominata dagli Emirati Arabi Uiniti, che hanno piazzato sette atleti nei primi dieci posti. Ad aggiudicarsi la medaglia d’oro con uno sprint finale davvero adrenalinico, che ha visti coinvolti ben quattro atleti, è stato Al Jahouri Khalifa Ali Khalifan con il suo Vendeval, che ha chiuso il percorso in 5.48.51 a una media di 21,671 km/h.
 
Dietro di lui, a soli due secondi, Al Khayari Saeed Homoud Saeed con Ostro di Chia, il quale si è aggiudicato l’argento tallonato a solo un secondo dal terzo, Al Maktoum SH Hasher Bin Modh Thani con Cal Colonial, e a due dal quarto, ovvero Al Harbi Saeed Ahmad Jaber  su Qristal Del Alpes.
 
Quinto Al Nuaimi Adnan Sultan con Thiyya Du Mortier.
 
Ad interrompere il monopolio emiratino, lo spagnolo Alex Luque Moral con Arai Polvorillo, giunto ottavo, davanti al francese Ludovic Saroul con Tarik Daragon e all’italiana Chiara Mantelli con Areca della Bosana, decima.  
 
CEI2*JR: MONOPOLIO UAE, PECCATO PER CAMILLA COPPINI 
Alle 6.00 puntuali, invece, è partita la gara riservata agli atleti junior. Quattordici i binomi iscritti di cui nove hanno ultimato la competizione. Anche qui dominio degli Emirati Arabi Uniti, almeno per quanto riguarda il podio allungato, fino al quarto posto. Arrivo in solitaria sul traguardo per il giovane Al Mazrooei Mohd Matar Rashed con Khedji, che ha chiuso la sua 126 km in 6.11.27 a una media di 20,353 km/h. 
 
Dopo quasi un minuto e mezzo sono giunti a destinazione anche Al Muhairi Mohd ali con Fair Plex e Al Ali ali Ghanim Obaid su Shakim. Questi ultimi, distanziati solamente da un secondo nella timeline di arrivo, hanno dato vita a un bel testa a testa finale.
Soddisfazione anche per l’azzurra Giulia Galatino con Grigali arrivata quinta, prima del gruppetto di italiani che hanno occupato le restanti quattro posizioni in classifica e per Daniele Serioli che si è aggiudicato la Best condition.
 
Una nota particolare la merita Camilla Coppini, figlia dell’Event director di Italia Endurance Festival. La giovane sedicenne, alla sua prima 120 km, ha tenuto testa per gran parte della gara al gruppetto di emiratini, arrivando a terminare il penultimo anello con un ottimo quarto posto con buone possibilità di agguantare il podio all’ultimo giro. Pur avendo passato le visite veterinarie, Camilla, in accordo con il suo staff, ha deciso di far riposare il suo Ares, stanco e affaticato per una prestazione fino a quel momento impeccabile.
 
CEI1*: LA SORPRESA SI CHIAMA ANNELIE ERIKSSON 
Molti si saranno chiesti: ma è vero? Una svedese sul gradino più alto del podio? E per citare il famoso titolo che usò La Gazzetta dello Sport in occasione della vittoria azzurra ai Mondiali di calcio 2006, è “tutto vero”! Annelie Eriksson, con la sua italianissima Penelope del Ma, ha interrotto il dominio assoluto dei binomi emiratini nelle altre due categorie, vincendo la CEI1* da 83 km in 3.53.08 a una velocità media di 21,361. 
 
L’atleta nordica ha preceduto di venti secondi Al Kitbi Salem Hamad Saed Malhoof con Orodemattaepadru e di oltre otto minuti il terzo, Ibrahim Ismail Mohd Al Hosani su Boa Queda TB, entrambi degli Emirati Arabi Uniti.
 
Una gara che ha visto 39 binomi alla partenza, fissata alle ore 6.30, di cui 31 hanno tagliato il traguardo. Sesto, settimo e ottavo posto tutti italiani con Daniel Braido, Corrado Tiziano e Giorgia Trombetti che si è portata a casa la Best condition.
 
In serata le premiazioni con i trofei e i premi offerti dagli sponsor e dai partner di Italia Endurance Festival. Nell'occasione hanno ricevuto le medaglie anche le vincitrici della H.H. Sheikha Fatima Bint Mubarak Ladies Endurance Cup, sia per la gara individuale, vinta da Al Suwaidi Afra Khalifa con Rivergum Drifter, sia per il titolo a squadre conquistato dagli Emirati Arabi Uniti davanti a Barhain e Italia.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Galleria fotografica



Galleria fotografica

Main
sponsor

Programma sportivo

Giovedì 21 giugno 2018

FEI FIERACAVALLI ENDURANCE CUP CEI 3* 160Km
07:00 - La Gara

Sabato 23 giugno 2018

FEI FIERACAVALLI ENDURANCE CUP CEI 2*
07:00 - La Gara

Sabato 23 giugno 2018

FEI FIERACAVALLI ENDURANCE CUP CEI2*JY
07:30 - La Gara

Sabato 23 giugno 2018

FEI FIERACAVALLI ENDURANCE CEI2* LADIES CUP
08:00 - La Gara

Sabato 23 giugno 2018

FEI FIERACAVALLI ENDURANCE CUP CEI1*
08:30 - La Gara